Tema 2016

IL TEMA DEL FESTIVAL 2016

La scienza che unisce i popoli

Gli scienziati hanno sempre saputo come lavorare assieme. Nel secondo dopoguerra, gli scienziati di popoli fino a poco tempo prima nemici ricominciarono a collaborare per un progetto scientifico internazionale che portò alla realizzazione del CERN di Ginevra, in Svizzera, che ancora oggi rappresenta un centro di aggregazione e scambio per esperti e tecnici dalle più svariate provenienze nazionali, religiose e culturali che hanno trovato un linguaggio comune in nome della scienza.

La scienza è, ancora una volta, ciò che unisce gli scienziati che cooperano per il Progetto Sesame, a cui collabora anche l’Italia, e che prevede la realizzazione ad Allan, in Giordania,di un progetto scientifico a cui parteciperanno scienziati turchi, pachistani, israeliani, egiziani e iraniani: fondamentale passo per la cooperazione pacifica tra stati appartenenti ad un’area geopolitica instabile. Il CERN e la Comunità europea hanno firmato un accordo per sostenere l’impresa: la scienza contribuirà al tormentato cammino del processo di pace in quella parte del mondo?
Atomi di pace: l’energia sprigionata dall’atomo può essere un’arma devastatrice o uno strumento di pace. La scelta della strada da seguire spetta ai popoli del mondo, ma se si lavora assieme già nei grandi centri di ricerca scientifica forse si riuscirà a trovare un’intesa per la soluzione dei conflitti.

Lavorare insieme: questa è la chiave che permetterà di mettere le scienze al lavoro per tutti noi.

Il Cagliari FestivalScienza è organizzato dall’Associazione ScienzaSocietàScienza e ha il patrocinio di numerosi enti e istituzioni tra cui quello della Commissione Italiana per l’Unesco, della Regione Sardegna, del Comune di Cagliari e di Science on Stage Italia. Il Festival è incluso nella piattaforma EFFE dei festival Europei e, per il 2015, è stato inserito tra i mille eventi segnalati dal MIBAC per EXPO 2015.

L’edizione di quest’anno, 2016, porta il numero 9, ma in realtà l’attività di diffusione della cultura scientifica ha avuto inizio dal 2000 e prosegue con successo grazie ai fedelissimi studenti delle scuole e dell’università che nel ruolo di accompagnatori e animatori (oltre 400) sono stati i protagonisti indiscussi di tutte le edizioni del Festival. Il numero crescente dei visitatori – 17.000 per l’edizione 2015 – ci conferma che abbiamo fatto un buon lavoro: è una sfida difficile da portare avanti … ma ci accomuna una grandissima passione per la scienza.