Giuria premio Donna di Scienza

La Giuria che assegnerà il Premio Donna di scienza ha come Presidente Carla Romagnino, Presidente della Associazione ScienzaSocietàScienza promotrice del premio.

Carla Romagnino, docente in pensione di matematica e fisica nei licei e già docente della Scuola di Specializzazione per la formazione degli Insegnanti dell’Università di Cagliari, si occupa da molti anni di ricerca storica e di diffusione della cultura scientifica a livello regionale, nazionale ed europeo. Per questa attività ha ricevuto, nel 2009, il Premio della Società Italiana di Fisica per la Didattica della Fisica. Per sei anni è stata Presidente Nazionale della Associazione per l’Insegnamento della Fisica e membro di varie Commissioni ministeriali che si sono occupate di revisione dei programmi scolastici e di diffusione della cultura scientifica.

A lei si affiancano otto autorevoli personalità del mondo accademico e scolastico, del mondo della ricerca scientifica e del mondo della comunicazione:

Maria Del Zompo, Magnifico Rettore dell’Università di Cagliari, la prima donna ad essere eletta Rettore nella storia dell’Università di Cagliari. Dopo essere divenuta ricercatore nel 1980, ha trascorso più di due anni alla “Biological Psychiatry Branch” del National Institute of Mental Health, a Bethesda (Usa), collaborando con John Tallman sotto la direzione di Robert M. Post. È professore ordinario di Farmacologia nel corso di laurea di Medicina e Chirurgia, ha diretto il più grande dipartimento dell’Ateneo, Scienze biomediche, dopo aver diretto quello di Neuroscienze “B.B. Brodie”. La sua attività clinica si svolge presso l’Unità complessa di Farmacologia clinica al San Giovanni di Dio, una struttura dedicata ad alcune patologie nell’ambito delle neuroscienze cliniche, come la malattia bipolare e l’emicrania;

Valeria Sipala, fisica e ricercatrice presso l’Università di Sassari. Ha lavorato e lavora in progetti di ricerca con collaborazioni nazionali e internazionali. L’attività di ricerca riguarda temi che vanno dalla fisica di base (costruzione di un rivelatore sottomarino di neutrini cosmici di alta energia, ricerca del “dark photon” con esperimento a target fisso) alla fisica applicata (realizzazione di un tomografo con protoni per applicazioni in adroterapia, tecniche innovative non distruttive per l’archeometria). É coautrice di più di 100 pubblicazioni scientifiche;

Valentina Savona, nata a Cagliari nel 1963, diplomata in Pianoforte al Conservatorio, ha conseguito la Laurea e il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Meccanica nell’Ateneo di Cagliari. Inizia la sua carriera nel mondo dell’Istruzione a 23 anni, come docente di Musica nelle scuole, per poi diventare Dirigente Scolastico con concorso ordinario. Dal 2015 esercita la sua professione di Dirigente Scolastico presso il Liceo Scientifico “Pacinotti”. Ha insegnato Informatica di base e Bioingegneria elettronica presso la facoltà di Medicina. È stata componente del Nucleo di Valutazione dell’Ateneo di Cagliari, ha pubblicato anche in riviste internazionali. Dal Marzo 2009 a Giugno 2010 ha ricoperto il ruolo di Assessore Provinciale alla Pubblica Istruzione;

Luigi Brasini, già docente di matematica e di fisica in vari tipi di Scuole Superiori, ha terminato nel 2000 la sua funzione di docente, come insegnante di matematica e fisica nel Liceo Scientifico “A. Righi” di Cesena. È stato istruttore nei corsi P.S.S.C. (Physical Science Study Committee), un progetto di insegnamento della fisica innovativo basato prevalentemente sull’uso del laboratorio. Membro della redazione della rivista La Fisica nella Scuola per un lungo periodo, ne è stato direttore per sei anni. È un componente attivo del Gruppo di Storia della Fisica della Associazione per l’Insegnamento della Fisica (A.I.F.), che ogni anno organizza scuole di formazione per gli insegnanti finalizzate alla conoscenza storica della disciplina;

Marta Burgay, ricercatrice presso l’Osservatorio Astronomico di Cagliari – INAF, fa parte del gruppo internazionale PulSE (Pulsar Science in Europe), insignito del premio Descartes 2005 “Excellence in scientific collaborative research”. Ha ricevuto numerosi premi in campo scientifico e, nel 2011, il Premio Marisa Belisario “Donne innovazione e capitale umano”. Ha firmato articoli su riviste scientifiche tra cui Nature e Science. Ha scoperto, insieme a Andrea Possenti e Nichi D’Amico, la PSR J0737-3039 A/B, una doppia pulsar, la prima individuazione di un sistema doppio di pulsar in cui le due stelle erano gravitazionalmente legate tra di loro;

Giuseppe Mezzorani è stato professore associato di Fisica Nucleare presso l’Università di Cagliari e docente delle Scuole di Dottorato in Storia, Filosofia e Didattica della Scienza e di Dottorato in Fisica. Appassionato di Storia della Fisica, per sette anni ha tenuto il corso di “Letture dalla Storia della Fisica” per la laurea triennale in Fisica e partecipa come docente alle Scuole Nazionali di Storia della Fisica organizzate dall’Associazione per l’Insegnamento della Fisica. Ha insegnato alla Scuola di Specializzazione per il conseguimento dell’abilitazione all’Insegnamento secondario e successivamente ha coordinato i corsi di Fisica per il Tirocinio Formativo degli insegnanti tenutisi presso l’Università di Cagliari. Per sei anni è stato Direttore della Sezione di Cagliari dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e tuttora dedica notevole impegno alla divulgazione e alla promozione della Fisica Nucleare e delle Particelle.

Silvia Rosa Brusin, giornalista, responsabile di TG Leonardo Torino che ha seguito fin dai suoi primi passi (1992) diventando un punto di riferimento per appassionati e colleghi. Ha riscosso apprezzamenti dalla comunità scientifica che ha trovato in lei una valida collaboratrice a cui affidare il compito di fare da tramite con il pubblico. L’Unione Astronomica Internazionale ha battezzato con il suo nome l’asteroide 7396 Brusin. Partecipa come esperta scientifica e moderatrice a programmi televisivi, conferenze a tema scientifico sia in Italia sia all’estero. Ha ricevuto il Premio Speciale “Natta e Copernico” per la divulgazione scientifica per la sua opera di divulgatore scientifico delle scienze pure ed applicate e delle tecnologie innovative;

Giovanna Pezzuoli, giornalista professionista. Ha collaborato con testate quali Il Giorno, L’Espresso, Panorama, Il Sole 24 Ore, Il Corriere della Sera, occupandosi sempre di tematiche legate alla condizione della donna, su cui ha scritto anche numerosi saggi. Sempre per il Corriere della Sera scrive sul blog la 27esima Ora. Insieme a Luisella Seveso è co-curatrice del libro 100 donne contro gli stereotipi per la scienza (Egea, 2017), nato dall’esperienza del sito 100esperte.it, ideato dall’Osservatorio di Pavia e dall’associazione GiULiA (Giornaliste unite, libere, autonome), del cui direttivo fa parte da due anni. Partecipa al comitato di redazione della rivista Leggendaria ed è autrice del libro Alla ricerca di Mr Darc;